Profumo estivo
10 Agosto 2018
mauritius frankgallucci
MAURITIUS con Constance
27 Aprile 2019

 

Per la prima volta, e aggiungerei anche “finalmente”, riesco a prendere parte alla famosa Barcolana. Per chi non lo sapesse, si tratta di una regata velica internazionale divenuta ormai storica che si tiene nel Golfo di Trieste. Con le sue 2689 imbarcazioni è la regata più grande del mondo (basta pensare che alla prima regata esattamente 50 anni fa parteciparono 51 imbarcazioni). L’aspetto singolare riguarda la partecipazione di professionisti con semplici appassionati su imbarcazioni di varie dimensioni che ne determinano la suddivisione in varie categorie. Quindi circa 25.000 velisti con un pubblico di circa 250.000 visitatori creano uno scenario suggestivo che da vita ad un evento blasonato. Jaguar Land Rover ancora una volta suggella la propria presenza in terra friulana come Gold Sponsor della 50° edizione della Barcolana e lo fa attraverso un omaggio alla tradizione dettando l’innovazione per la mobilità del futuro con i modelli di punta della gamma a modello elettrico e ibrido.

Nei due giorni, la mia compagna di viaggio è stato il nuovo modello Range Rover Sport PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle). Sono un profondo estimatore della casa britannica e non vedevo l’ora di capire il nuovo ibrido: il punto di ricarica è discretamente collocato nella griglia anteriore, rendendo il collegamento alla presa di alimentazione comodo e facile per l’abituale ricarica notturna domestica. La macchina dispone di un cavo di ricarica che si ripone comodamente nel reparto posteriore del veicolo e che ricarica la batteria completamente in sette ore e mezza mentre con un quadro da 32A si ricaricherebbe in due ore e mezza; in modalità elettrica raggiunge i 51 km di autonomi azzerando nettamente quelle che sono le emissioni di CO2 dal terminale di scarico. Inutile dirvi che la comodità e l’insonorizzazione dall’esterno, la fanno da padrone. In città si svetta dall’alto del nostro SUV, la guidabilità è estremamente fluida ma per aver una visione completa della macchina ho provato a fare un off-road e capire le varie dinamiche della macchina come cambiano…Bene come non detto, nell’off-road risulta impeccabile da un punto di vista di tenuta e stabilità. Appositamente sono andato a finire in veri e propri “crateri” (perché chiamarle buche suona davvero riduttivo) e ho toccato con mano l’affidabilità di casa Range Rover…

Me ne torno con una certezza: il mix di fattori come eleganza, prestazioni, affidabilità e sicurezza fanno si che il potenziale acquirente sia sempre più affascinato e convinto e sempre meno scettico.

 

Frank Gallucci