David Beckham
13 ottobre 2015
“The President”
13 ottobre 2015

Spesso, il mondo della moda trova ispirazione rivisitando capi inizialmente nati per scopi tecnici, sportivi o militari, basti pensare al leggendario Trench Coat di Burberry, tuttavia, sono pochi i brand che dal mondo dell’abbigliamento sportivo sono riusciti a diventare veri punti di riferimento nel mondo della moda contemporanea, mantenendo pressoché inalterati i capi iconici della propria produzione.

È certamente questo il caso di Belstaff, fondata a Longton, Staffordshire, nel 1924 da Eli Belovitch e suo genero Harry Grosberg. Nata per produrre giacche anti pioggia, Belstaff si distingue subito per l’utilizzo di un materiale innovativo, completamente impermeabile, ma allo stesso tempo traspirante, il cotone cerato; grazie alle loro eccellenti doti tecniche, le giacche Belstaff diventano subito un accessorio fondamentale per i numerosi appassionati di motociclismo inglesi, ai quali, negli anni seguenti, si aggiungeranno esploratori, aviatori, soldati, uomini e donne che scriveranno la storia di questo brand, il cui logo rappresenta un’Araba fenice.

Nel corso degli anni, molti personaggi noti hanno legato il proprio nome a quello di Belstaff, fra i quali l’Ufficiale inglese T.E. Lawrence (noto come Lawrence d’Arabia), il rivoluzionario argentino Ernesto Che Guevara, l’aviatrice Amelia Earhart, il leggendario motociclista Sammy Miller, il Re del Cool Steve McQueen sino alle recentissime icone di stile Kate Moss e David Beckham.

 

belstaff kate moss

belstaff 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sammymiller belstaffsteve

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi, a 90 anni dalla nascita di questo leggendario brand, il capo più iconico della collezione è senza dubbio la giacca Roadmaster. Realizzata in cotone cerato e modellata sul fit della storica Trialmaster, la Roadmaster ha un fit più aderente al corpo di chi la indossa, presenta quattro tasche con bottoni metallici, si chiude con la cerniera a due direzioni e con la cintura che permette di rendere il fit ancora più slim sulla vita. Anche sul collo è presente una fibbia per proteggersi dal vento, così come vi sono due bottoni per chiudere i polsini e impedire al vento di entrare attraverso le maniche. All’interno troviamo la leggendaria fodera a scacchi, una placca metallica indicante il nome del modello e protezioni in velluto su collo e polsini.

 

 

belstaff frank gallucci

BelstaffMensMilitaryGreenRoadmasterJacket7BelstaffMensMilitaryGreenRoadmasterJacket10BelstaffMensMilitaryGreenRoadmasterJacket8

BelstaffMensMilitaryGreenRoadmasterJacket3

Anche se non siete motociclisti, la Roadmaster è un capo davvero versatile, portato con jeans e stivaletti di pelle nelle occasioni informali, ma anche sopra ad un elegante completo su misura, per rendere iconico il vostro outfit.

 

by Francesco Tarabuzzi