Nike id
12 ottobre 2015
Giorgio Armani
13 ottobre 2015


007_logo

 

 

Sebbene il personaggio di James Bond sia una figura letteraria e pertanto di pura fantasia, è una delle icone mondiali a livello di stile. Da oltre 50 anni il personaggio di Bond detta le regole dell’eleganza e della seduzione.

Cinico,elegante seduttore questi sono gli aggettivi che ricalcano la personalità del Bond letterario e cinematografico.

Ma chi è effettivamente James Bond?

James Bond nasce nel 1924 da Andrew Bond scozzese, e Monique De Lacroix svizzera. La sua prima educazione avviene all’estero al seguito del padre rappresentante della ditta Vickers. Perde molto giovane (11 anni) entrambi i genitori in un incidente di montagna, ma viene allevato dalla zia paterna.

Frequenta scuole prestigiose, ma viene espulso da Eton all’età di quindici anni per una relazione con una cameriera. Terminati gli studi a Fettes, la scuola del padre, entrò al Ministero della Difesa con l’aiuto di un collega del padre. Terminata la guerra, viene ammesso nel Servizio Segreto grazie all’ammiraglio M, e in seguito alla sezione Doppio Zero, prestigioso gruppo di cui fanno parte solo nove agenti, la sezione Doppio Zero dà agli agenti che la compongono licenza di uccidere (ovviamente con parsimonia e discrezione).
Il suo grado è Comandante di Marina, viene promosso Capitano), la sua eta è rimasta congelata tra i 30 anni circa del primo romanzo (’53) e i 45 circa dell’ultimo (’94).
Pratica con successo arti marziali, golf, nuoto, e sport alpini, ed è un ottimo pilota. Ama le macchine sportive che fracassa però con grande regolarità e indifferenza (quando non sono sue). Inizialmente (nei romanzi) la sua macchina personale era una Bentley Continental Mark II, con la carrozzeria modificata in cabriolet; recentemente (nei romanzi di Gardner) è passato ad una SAAB 900 Turbo. Non si possono però dimenticare i modelli cinematografici: le favolose Aston-Martin e le filanti Lotus “Esprit”.
E’ il miglior tiratore, all’interno della sezione Doppio Zero. Inizialmente usa una arma piuttosto leggera: Beretta Mod. 418, cal. 6,35. Si tratta di un’arma limitata, e poco adatta ad un impegno agressivo. Considerata da Q “un’arma da signora” viene sostituita d’ufficio da M con una Walther PPK cal. 7,65.
Il suo drink preferito è il Martini-Vodka (cocktail composto di 5 parti vodka e 1 di Martini dry) shakerato, non mescolato, ovviamente.
Fumava circa sessanta sigarette al giorno, una miscela di tabacchi turchi preparata appositamente per lui, questo fino a quando M non lo ha schiaffato a forza in una clinica salutistica (in THUNDERBALL); in seguito ha ridotto la quantità, passando a una miscela di tabacchi leggeri.
Ama molto il gioco d’azzardo (d’altronde anche la sua vita è un gioco d’azzardo), dal quale trae notevoli entrate. E` un giocatore abilissimo, conosce tutti i metodi leciti ed illeciti meglio di un croupier. Inoltre è molto fortunato, e rende meglio se la posta in gioco è molto alta.
Molto sensibile al fascino femminile non è però scapolo, ma vedovo, infatti nel 1962, nel corso di una missione (AL SERVIZIO SEGRETO DI SUA MAESTA) conosce e in seguito sposa Teresa Draco, figlia di un noto boss dell’Unione Corsa (la mafia corsa). Il matrimonio però dura un giorno solo; poche ore dopo la cerimonia nuziale Teresa Bond viene assassinata da Ernst Stavro BLOFELD, capo della SPECTRE.
Although the character of James Bond is a literary figure and therefore pure fantasy, it is one of the icons of world-wide style. For over 50 years the character of Bond dictates the rules of elegance and seduction.

Cynical, elegant seducer these are the adjectives that follow the personality of the literary and cinematic Bond.

But who is James Bond actually?

James Bond was born in 1924 by Andrew Bond Scottish, and Monique De Lacroix Swiss. His early education takes place abroad following his father’s representative firm Vickers. Loses very young (11 years old) both parents in a car accident in the mountains, but is raised by his paternal aunt.

He attended prestigious schools, but was expelled from Eton at the age of fifteen years to an affair with a waitress. After completing his studies at Fettes, the school of his father, he went to the Ministry of Defence with the help of a colleague of his father. After the war, he was admitted into the Secret Services thanks to Admiral M, and later to the Double Zero,a prestigious group which includes only nine officers, section Double Zero gives agents a license to kill (obviously sparingly and discretion).

His degree is Commander of the Navy, was promoted to Captain), his age has remained frozen in the 30 years of the first novel (’53) and last approximately 45 (’94).

He’s proficient in martial arts, golf, swimming, and mountain sports, and is an excellent pilot. He loves sports cars even though he smashed them with great regularity and indifference (when they are not his). Initially (in the novels) his personal car was a Bentley Continental Mark II, with the body modified into cabriolet; recently (in the novels of Gardner) he passed to a SAAB 900 Turbo. You can not, however, forget the film models: the fabulous Aston Martin and Lotus “Esprit”.

He’s the best shooter in the subsection Double Zero. Initially using a weapon rather light: Beretta Mod. 418, cal. 6.35. It is a weapon limited, and not suited to an aggressive usage. Considered by Q a “lady’s weapon” it’s later replaced by M’s entry in the office with a Walther PPK cal. 7.65.

His favorite drink is Vodka-Martini (cocktail consisting of 5 parts vodka and one of dry martini) shaken, not stirred, of course.

He smoked sixty cigarettes a day, a mixture of Turkish tobacco prepared especially for him, not until M sent him by force in a health clinic (in THUNDERBALL); subsequently reduced the amount, by switching to a mixture of lighter tobaccos.

He loves gambling (his very life is a gamble), from which he creates a significant revenue. He’s a very skilled player, he knows all the legal and illegal methods better than a croupier. He’s also very lucky, which works better if the stakes are very high.

He is very sensitive to feminine charm and isn’t a bachelor, but a widower since 1962, during a mission (On Her Majesty’s Secret Service) he meets and later marries Teresa Draco, the daughter of a notorious boss Racing Union (the Mafia race). The marriage, however, lasts only one day; a few hours after the wedding Teresa Bond is murdered by Ernst Stavro Blofeld, the head of SPECTRE.

 

15 i romanzi, 10 i registi e 6 gli attori che hanno interpretato 007 in questi anni, io e Frank abbiamo però deciso di trattarne soltanto tre con i loro outfit più rappresentativi:

 

15 novels, 10 directors and six, the actors who have played 007 throughout these years, Frank and I have decided to deal with, however, only three of their most representative outfits:

 

Sean Connery

seanconnery

Il primo, per molti il migliore, sicuramente il più iconico. L’outfit che prendiamo sotto osservazione, è forse un masterpiece senza tempo. L’abito grigio 3 pezzi che indossa in GOLDFINGER creato da Anthony Sinclair.

Connery in questo Bond, indossa cinque abiti, ma questo rimane quello ricordato più facilmente da tutti. Non è un classico abito grigio chiaro, ma un principe di Galles leggero su base bianca. Il tessuto dell’abito è un hopsak grigio. La fantasia è mostrata nell’immagine sottostante.

 

The first, for many the best, certainly the most iconic. Outfits that we take under observation, it is perhaps a timeless masterpiece. The three-piece gray suit he wears on GOLDFINGER, created by Anthony Sinclair.

 He wears five suits in this film, but this is the most easily remembered. It is not a classic light gray suit , but a light Prince of Wales on white base . The fabric is an Hopsak grey . The fantasy is shown in the image below .

sean connery on frankgallucci

 

tessuto bond

 

La giacca di Connery è il classico due bottoni con revers stretto, doppio spacco, tasche dritte con pattina e ticket pocket. Quattro bottoni sulla manica, con spalla strutturata. I pantaloni con doppia pinces, senza passanti ,botton adjuster sui fianchi, sebbene gli altri abiti nel film sono tutti con il risvolto, questo è liscio. Il gilet ha 6 bottoni, abbottonabili solamente 5. Il bottone del fondo è spostato per far si che l’ultimo non venga chiuso. Il gilet ha revers stretti, con quattro tasche. La fodera del gilet è la stessa dell’abito.

 

The jacket Connery is wearing is the classic two-button with narrow lapels , double slit , straight pockets with flap and ticket pocket . Four buttons on the sleeve , with structured shoulder . The pants with double pleats , no loops , botton adjuster on the sides ,( although the other clothes in the film are all with a flap , this is smooth) . The vest has six buttons, all closed but one. The button at the lower end has been moved to ensure that it is not closed . The vest has narrow lapels , with four pockets . The lining of the vest is the same as the suit.

 

PIERCE BROSNAN

Con Brosnan nei panni di Bond c’è stato un upgrade quasi decisivo nel guardaroba bondiano. Da Goldeneye in poi la presenza della Maison Brioni diventerà abbastanza consistente fra gli abiti di 007.

Brosnan con il suo aplomb tipicamente britannico si destreggia con particolare eleganza nei panni di James Bond, qua di seguito mostreremo due degli outfit che hanno caratterizzato Brosnan.

 

Goldeneye

Partiamo da Goldeneye:  Lindy Hemming costume designer del film aveva commissionato 3 diversi modelli di abito 3 pezzi per il film. Ma solamente uno è stato mostrato, quello grigio antracite con una leggere finestratura viola. La finestratura sull’abito di James Bond non è mai stata mostrata prima d’ora. Nei film precedenti avevamo sempre visto abiti tinta unita e al massimo principe di galles.

 

With Brosnan in the role of Bond there has been an upgrade in Bond’s wardrobe. From Goldeneye on, the presence of Maison Brioni became fairly consistent among the clothes of 007.

Brosnan and his british aplomb, juggle with particular elegance in the role of James Bond; here below we show two of the outfits that have characterized Brosnan.

 

Goldeneye

We start from Goldeneye:  Lindy Hemming costume designer of the film, had three different models of three piece suits commissioned for the film. But only one has been shown, that charcoal gray with light purple windows. Never had a Bond suit displyed a windowpane pattern.

 immagine pierce brosnan

 

immagine 2 pierce brosnan

 

L’abito ha una classica spalla strutturata, tre bottoni e quattro sulla manica, doppio spacco, con tasche inclinate e ticket pocket. Gli ultimi due dettagli servono per anglicizzare il vestito, per conferire un’allure senza tempo. I pantaloni sono con doppia pinces e risvolto.

Brosnan in questo film indossa con questo abito due camicie, una bianca e una azzurra, le camicie sono state realizzate da Sulka con colletto Spread e doppio polsino.

Piccolo aneddoto una delle copie di questo abito creato da Brioni è stato venduto all’asta da Bonhams in Knightsbridge il 6 marzo 2007 per la modica cifra di 8640 sterline. Il lotto includeva una camicia Turnbull&Asser e quattro cravatte.

 

The suit has a classic shoulder structure, three buttons on the chest and four buttons on the sleeves, double slit, with slanted pockets and ticket pocket. The last two are for details that anglicise the suit, to impart a timeless allure. The pants, with double pleats and turnup.

 Brosnan is seen wearing two different shirts to go with the suit, a white one and a light blue one; the shirts were made by Sulka with Spread collar and double cuff.

Small anecdote: one of the copies of this suit created by Brioni was auctioned by Bonhams in Knightsbridge March 6, 2007 for a surprising 8640 pounds. The lot included a Turnbull & Asser shirt and four ties.

 

 

Tomorrow never dies

Il secondo outfit che andiamo a vedere è sempre un abito Brioni, questo abito viene indossato per TOMORROW NEVER DIES. E’un grigio antracite, 3 bottoni con una spalla fortemente strutturata; alla fine degli anni 90 era il look più moderno per gli abiti.

The second outfit that we look at is always a Brioni suit, worn for TOMORROW NEVER DIES. It is a dark gray, 3 buttons with a shoulder highly structured; such was the more modern look for clothes in the ‘90s.

piercebrosnan on frankgallucci

pierce brosnan on frankgallucci

 

In questo film bond indossa veramente pochi abiti, uno blu, questo grigio e l’uniforme militare. La designer dei costumi Lindy Hemming commentando il guardaroba del film dice”I nuovi abiti Brioni, che Brosnan indossa in TOMORROW NEVER DIES conferiscono al personaggio di Bond un aria moderna e un gusto totalmente internazionale, un bond classico ma con le proporzioni contemporanee.”

Anche questa giacca è “anglicizzata” tasche inclinate, ticket pocket senza flap, doppio spacco, quattro bottoni sulle maniche. Pantaloni con doppia pinces interna, il pantalone finisce con il risvolto. Camicia light blue, con doppio polsino e cravatta jacquard marrone con fantasia light blue, sia camicia che cravatta sono prodotte da Turnbull&Asser. La scarpa è una classica Oxford Church’s.

 

In this film Bond wears very few clothes, a blue suit, a gray one and this military uniform. The designer of the costumes Lindy Hemming commenting on the wardrobe of the film says “The new Brioni suits that Brosnan wears in TOMORROW NEVER DIES, give the character of Bond a modern air and taste totally international, a bond classic but with contemporary proportions.”

Even this jacket is “Anglicized” by slanted pockets, ticket pocket flap, double slit, four buttons on the sleeves. Pants with inwards double pleats that culminate in a turnup. The shoe is a classic Oxford by Church’s.

 

DANIEL GRAIG

 

Con Daniel Craig nei panni del comandante Bond, si riscopre uno 007 non più invincibile, ma un Bond più umano e più cupo. Barbara Broccoli ha definito il Bond di Craig “un ragazzone tosto in smoking”. Nonostante il cambio di personaggio la produzione di 007 continua la collaborazione con Brioni ancora per un film (Casino Royale).

In questa sezione tratteremo due outfit in particolare, lo smoking in Casino Royale fatto da Brioni in contrapposizione al più modaiolo tuxedo blue midnight di Tom Ford in Skyfall.

 

Casino royale

 

danielcraig frankgallucci

 

Vesper Lynd quando consegna questo tuxedo a Bond dice” Si, ma ci sono smoking e smoking: questo è uno smoking..”

Come non dare ragione alla signorina Lynd, questo smoking ha dato l’ispirazione a molti negli anni a seguire, ma i dettagli veri e propri vengono snocciolati in un articolo scritto da Bray e Foulkes intitolato “Dress to kill”. La Dinner racket che indossa Craig in Casino Royale prende inspirazione dai modelli classici, giacca con un solo bottone, revers a lancia in raso, tasche a filetto, e assenza totale di spacchi, i bottoni sulle maniche sono 4 e sono in corno. Questo taglio è un grande classico per la Maison Brioni, spalla strutturata con abbottonatura leggermente più bassa. Il pantalone ha un taglio tipicamente italiano, con doppia pinces, la vita è leggermente più bassa, ma comunque rimane sempre più alta rispetto gli standard odierni. Il look smoking proposto da Brioni in Casino Royale non prevede nel gilet ne fascia, giusto appunto per conferire un look piu moderno e meno classico.

Nonostante tutto questo voler svecchiare il tuxedo, l’outfit richiama qualcosa di classico come la bretella bianca create da Albert Thurston, con uno speciale trattamento sulla seta utilizzata per crearle.

 

When Miss Vesper Lynd hands this tuxedo to Bond she says: “There are dinner jackets and dinner jackets; this is the latter” ! How couldn’t we agree with Miss Lynd, this smoking has inspired many in the following years, but all the details are fully described in an article written by Bray and Foulkes entitled “Dress to kill”. The Dinner jacket worn by Craig in Casino Royale takes inspiration from classic models, single buttoned, peak satin lapels, jetted pockets, without any vent, and with four horn buttons on the sleeves. This cut is a true classic for the Maison Brioni, structured shoulder with a slightly lowered closing button, the trousers have a particularly Italian cut, with double pleats, slightly lowered waistband yet always higher than nowadays standards. The tuxedo look proposed by Brioni in Casino Royale doesn’t include any waistcoat or cummerbund, in order to confer a more modern and less classical look.

Despite the decision of creating a more contemporary tuxedo, the outfit recalls something really classic like the white suspenders created by Albert Thurston, with a special treatment on the silk used to create them.

daniel craig frankgallucci

La camicia è di Turnbull & Asser, colletto spread e doppio polsino. La bottoniera è coperta come la più classica delle camicie formali da sera. I gemelli sono di ST Dupont in palladio. Il bow tie invece è uno shantung di sete nera.

Passando invece alla calzatura, per svecchiare il look da sera, Craig non indossa la solita scarpa di vernice, ma bensì una John Lobb modello Luffield rigorosamente nera.

Ora passiamo al confronto del secondo evening wear, sempre indossato da Craig, ma questo outfit è stato creato dallo stilista Tom Ford.

The shirt is made by Turnbull & Asser, spread collar and double cuff. The placket is covered like the most classic of formal shirts. Cufflinks are made in palladium by ST Dupont. The bow tie instead is a shantung of black silks. For the shoes, in order to create a more modern evening look, Craig doesn’t wear the usual patent leather shoe, yet a Luffield model by John Lobb, black of course.

Now, let’s compare the other evening wear, always worn by Craig, but created by the American designer Tom Ford.

 

Skyfall

 

danielcraig frankgallucci

 

Non abbiamo bisogno di aver visto SKYFALL per ricordarci di questo outfit, Daniel Craig aveva già indossato questo evening wear svariate volte, tra cui la cerimonia di apertura delle Olimpiadi e uno sketch per Saturday Night Live. In tutti le locandine di Skyfall questo tuxedo sembra molto più brillante rispetto a quello che realmente è il suo colore. Di questo modello Tom Ford O’ Connor riusciamo a capire che il suo colore reale è il classico midnight blue, con una componente di mohair data la lucentezza del capo in alcune scene come ad esempio quella del casino di Macau.

We don’t need to have seen SKYFALL to remember this outfit, Daniel Craig had already been wearing this outfit several times, like the opening ceremony of the Olympics and a sketch for the Saturday Night Live. In every SKYFALL poster this tuxedo looks much more brilliant rather than what is its original color. We can understand that the real color of this O’Connor suit by Tom Fordis the classic midnight blue with a component of mohair, which gives it that touch of shininess that we see in some scenes, such as the one in the Macau casino.

 

danielcraig frankgallucci

 

La Dinner jacket è veramente slim, e piuttosto corta, questo capo come ha rilasciato il costume designer Jany Temime è stato pensato per essere veramente fashion (questa anche la ragione del passaggio da Brioni per Tom Ford). Le spalle sono leggermente strutturate con revers sciallato sottile in raso, la giacca ha una chiusura con unico bottone. Tasche classiche a filetto, sulle maniche abbiamo tre bottoni e per la prima volta nella storia di Bond abbiamo uno smoking con un singolo spacco sulla giacca. I pantalone ha un fit abbastanza tradizionale a vita alta, e pantalone senza pinces.

La camicia è sempre Tom Ford colletto spread, doppio polsino, bottoni in madre perla e bottoniera coperta.

Parlando di accessori, Craig utilizzi come sempre bretelle bianche in seta, nonostante il pantalone abbia side adjuster. La scarpa è una Crockett & Jones modello Alex rigorosamente nera.

 

The Dinner jacket is really slim cut and quite short. This suit, as declared by costume designer Jany Temime has been created to be highly fashionable (this is also the reason behind the change from Brioni to Tom Ford). Shoulders are slightly patted with a satin made shawl collar and the jacket has a single button closure. Classic jetted pockets, with three buttons on the sleeves and for the first time in Bond’s history we have a single vent in the back of the jacket. The trousers have a quite classic high waist fit and they are flat front. The shirt also is Tom Ford, with spread collar, double cuff, mother of pearl buttons and covered placket. Speaking of accessories, Craig wears as usual white silk suspenders, even thou the trousers have side adjusters. Shoes are an Axel model made by Crockett & Jones, strictly black.

craig 5

 

Uno dei sample di questo abito è stato venduto da Christie’s il 5 di ottobre 2012 per 46850 sterline all’asta “50 anni di James Bond”. L’abito presentava l’etichetta size 48F anche se tutti i modelli indossati da Craig sono totalmente bespoke.

One of the samples of this suit has been sold by Christie’s on October the 5th 2012 for £46850 during the auction “50 Years of James Bond”. The suit had a size 48 F label, even if all models worn by Craig were fully bespoke.

 

 

Written  by Alessandro Lupi