frankgallucci
Il colletto della camicia: quale scegliere?
17 luglio 2017
frankgallucci formentera
Baleari – Yacht Experience
17 luglio 2017
frankgallucci bmwexperience

  • Large photos
  • Small photos

“La sfida con me stesso”

#SFIDATESTESSO

La parola d’ordine era proprio questa, cioè un mettersi alla prova in campi completamente contrastanti per comprendere al meglio la versatilità e la duttilità delle nostra capacità. Prendi un cuoco stellato, affiancagli un campione mondiale di golf con un lifestyle influencer e la frittata è fatta. La due giorni con Bmw è stata a dir poco entusiasmante, esilarante e alla fine della quale il risultato è stato più che generoso… Il primo giorno io e lo Chef Andrea Berton ci siamo cimentati in una partita di golf sotto gli occhi molto attenti del campione Matteo Manassero da cui ci siamo recati con largo anticipo, a bordo della nostra compagna di viaggio la nuova Bmw Serie 5, per preparare il tutto. Appena arrivati al golf club l’odore dell’erba appena tagliata faceva da contraltare ad un sol leone che imperava su tutto il campo; con lo Chef ci avviamo sul nostro cuddy muniti di mazze riforniteci sempre dal team Bmw. Beh che dire, noi ci abbiamo provato ma il resto del tempo siamo rimasti ad ammirare Manassero che rendeva tutto imbarazzantemente semplice con la sua mazza mentre palleggiava con una pallina così come un calciatore lo fa con una sfera almeno 10 volte più grande. Il secondo giorno invece il tutto si sposta in città dove questa volta ad attenderci non c’è una prova di carattere sportivo bensì una sfida culinaria. Io e Matteo alle ore 10 ci rechiamo al ristorante dello Chef Andrea Berton in zona Garibaldi e veniamo accolti da un qualcosa che nella più semplice delle sue accezioni rientra nel termine di Ristorante ma probabilmente corrisponde più ad un qualcosa che potrebbe essere rinominato “macchina perfetta”. Sempre sotto gli occhi attenti dello Chef, che ovviamente ci ha instradato verso una preparazione ottimale per il necessario del piatto del giorno, siamo partiti con l’impasto, passando attraverso la creazione degli spaghetti alla chitarra fatti a mano e la composizione del condimento, siamo arrivati all’inpiattamento della nostra pasta all’italiana. Alla fine siamo rimasti a chiacchierare con lo chef al quale abbiamo posto determinate domande per comprendere più a fondo le dinamiche di un ristorante stellato in cui al cliente finale si deve far vivere un’esperienza sensoriale unica e irripetibile per la quale ogni singolo particolare che sta in cucina deve filare come un perfetto ingranaggio. Alla fine dell’esperienza risaliamo sulla nostra Bmw Serie 5 la per ritornare a casa dopo un’esperienza dalla quale ho sinceramente capito che il golf è uno sport che posso guardare comodamente sul divano con il telecomando in mano e la cucina rimarrà comunque un’arte per la quale io non ne potrò mai essere un artista in primo piano ma semplicemente uno spettatore di delizie meravigliose.

 

____________________________________________________________________

 

 

Frank Gallucci